Come trasformare un locale commerciale in un’abitazione: idee e suggerimenti

Non tutti sanno che i locali commerciali possono avere un cambiamento della destinazione d’uso. Ogni ex ristorante o bar, ma anche negozi e altro, possono essere trasformati e diventare delle abitazioni. Serve un permesso particolare, che attesti come il locale cambi la propria destinazione. Dopo le dovute pratiche burocratiche, si potrà dunque passare alla trasformazione. Non è affatto semplice, anche perché un locale ha degli spazi diversi da una casa. Ecco i consigli, le idee e i suggerimenti per capire come trasformare un locale commerciale in un’ abitazione.

Come trasformare un locale commerciale in un abitazione: le valutazioni

Come abbiamo già detto, serve fare una valutazione generica per capire quanto spazio si ha a disposizione. È necessario capire dove è situato il locale: se prendiamo ad esempio una pizzeria, ci dobbiamo scontrare con le vetrate aperte che danno sulla strada. Questo potrebbe essere uno degli ostacoli principali, visto che bisognerà mettere mano al muro e rifare le finestre. Ma una volta sistemato questo problema, l’interno sarà più facile da arredare. C’è chi vuole mantenere le vetrate uniche, ma ovviamente l’esposizione sarebbe elevata. La sicurezza e la privacy verrebbero a mancare: dunque bisogna assolutamente correre ai ripari con un buona finestra da installare.

Il resto delle valutazioni è necessario per poter capire bene come sistemare i locali: è necessario avere chiaro come dividere al meglio tutte le zone proprio perché bisogna capire se è possibile dividere o meno l’ambiente circostante. Spesso troviamo un open space, visto che le sale dei locali commerciali non hanno una divisione netta. Se necessario si può intervenire con una semplice parete di cartongesso, in modo tale da avere una divisione in due o più stanze.

Come trasformare un locale commerciale in un abitazione: idee e suggerimenti

Se hai deciso di fare un cambio destinazione d’uso Roma, devi capire appunto come strutturare la nuova abitazione. Una volta deciso al meglio come dividere la stanza si può partire nell’arredamento. Un monolocale open-space rimane comunque una buonissima soluzione visto che si possono creare stanze da letto e zone relax: in ogni caso è sempre meglio avere una divisione netta con delle soluzioni pratiche come le pareti di cartongesso.

Per quanto riguarda i locali dei bagni e delle cucine ci potrebbe essere una piccola ristrutturazione, anche perché queste zone hanno una particolare predisposizione è una particolare costruzione. I bagni sono le uniche zone che necessitano di un intervento minore: l’unico lavoro potrebbe riguardare la fusione di due bagni per poter fare una zona doccia. In alcuni casi, però, ci sono delle stanze nel retro che hanno già un bagno ben fornito, quindi queste zone riservate al pubblico possono essere anche lasciate così come sono. le cucine hanno invece tutti gli attacchi predisposti: in molti casi sono spaziose, ma possono essere anche utilizzate così come sono. In questo modo l’intervento sarà meno drastico e il locale commerciale si trasformerà in una splendida abitazione.